05 settembre 2019

PubMed Labs - Nuova interfaccia per PubMed

PubMed Labs è la nuova interfaccia per il database PubMed. E' attiva da settembre 2019 e probabilmente dal prossimo anno sostituirà (dopo un periodo di coesistenza) la versione attuale di PubMed. PubMed Labs è ancora in fase di test ed è quindi soggetto a ulteriori modifiche e migliorie. Tra i vantaggi: un'interfaccia più moderna ed una migliore compatibilità con i dispositivi mobili, tra gli svantaggi (attualmente rilevati): l'impossibilità di accedere al MeSH database, la perdita del "single citation manager" e dell'opzione di ricerca "clinical queries". Per le informazioni e l'accesso ai tutorial, oltre al sito del database, vi segnalo la pagina del sito GIDIF-RBM (l'associazione dei documentalisti biomedici italiani) che riporta la  notizia dove trovate anche il link allo webinar dello scorso agosto e un'analisi comparativa delle due interfacce.

18 luglio 2019

DrugBank - Banca dati gratuita canadese per i farmaci

DrugBank è una banca dati fattuale gratuita canadese che fornisce informazioni dettagliate sui farmaci (chimiche, farmacologiche e farmaceutiche) assieme a informazioni sui loro target (sequenze, strutture ecc.). Il database contiene schede informative riguardanti più farmaci, tra i quali i farmaci biotech approvati dalla FDA, neutraceutici e farmaci sperimentali, sono anche presenti le sequenze di proteine (cioè drug target) che sono linkate ai farmaci stessi. Le informazioni rinviano ai contenuti di altre basi dati (ClinicalTrials.gov, PubChem, PharmaGKB, Chemspider ecc.).
DrugBank risponde alle esigenze informative di ditte farmaceutiche, chimici farmaceutici, farmacisti, farmacologici, medici e anche del pubblico in generale. Per essere informati sulle novità inserite nel database, collegarsi al blog

16 luglio 2019

Semantic Scholar - Motore per la ricerca di articoli scientifici

Semantic Scholar è un motore gratuito per la ricerca della letteratura scientifica "peer-reviewed". Cerca in PubMed, negli archivi come Arkxiv. Al momento non raccoglie dati da Google Scholar e ResearchGate.

15 luglio 2019

The (Re)usable Data Project - I dati aperti e il loro utilizzo

The (Re)usable Data Project nasce dall'esigenza dei ricercatori scientifici di avere informazioni sulla possibilità di uso e riuso dei dati scientifici biologici e biomedici, senza incorrere in problemi legali. Il progetto ha anche l'obiettivo di sensibilizzare e coinvolgere nella discussione la comunità scientifica. Ogni fonte di dati viene analizzata e classificata secondo i criteri stabiliti da un gruppo composto da scienziati, bibliotecari, ingegneri e specialisti della materia. Per ogni database di dati viene compilata una scheda analitica. Attualmente le fonti di dati analizzate sono 57 (tra questi Drugbank, DrugCental, Gene Ontology, OMIM, Orphanet ecc.)

11 luglio 2019

Articolo di Interesse - Comparing journal and paper level classifications of science

Un collega mi segnala un interessante articolo di Fei Shu et al. comparso sulla rivista Journal of Informetrics vol. 13(1) 2019, 202-225 dal titolo: "Comparing journal and paper level classifications of science". Purtroppo l'articolo può essere letto solo da coloro che sono abbonati alla rivista. La lettura è interessante perché nelle analisi bibliometriche un articolo "eredita" la classificazione della rivista in cui è stato pubblicato (diversa per Scopus e Web of Science) e questo si ripercuote sul calcolo degli indicatori bibliometrici.

ASAPbio (Accelerating Science and Publication in biology) - MedRxiv - Accordo PLOS/ORCID

ASAPbio (Accelerating Science and Publication in biology) si presenta come un sito web che raccoglie temi di interesse per i ricercatori che pubblicano nell'ambito delle Scienze della vita. Al suo interno sono presenti un blog, una sezione per i temi di interesse Peer Reviews e  Preprints. Tra le notizie più recenti apparse nel sito: la nascita di MedRxiv, archivio di preprint medici annunciato da un editoriale di BMJ e nelle News di Science e un accordo PLOS/ORCID che permette ai revisori di inserire il loro numero di ORCID per tutte le riviste del gruppo PLOS vedendo così accreditata la loro attività.

Open Access e Quesiti sull'Editoria Accademica

Ancora un post del blog Bibliosan 2.0, datato 5 luglio 2019, che segnala un articolo "Ten Hot Topics around Scholarly Publishing" della rivista Publications, articolo che fa il punto sui quesiti che spesso i ricercatori si pongono riguardo la pubblicazione Open Access degli articoli

Transpose - Accesso alle Politiche Editoriali delle Riviste Scientifiche

Un post del 26 giugno di Bibliosan 2.0 segnala la nascita di Transpose, una nuova banca dati online che consente di accedere alle politiche editoriali delle riviste scientifiche. E' utile per i ricercatori che vogliono scegliere tra le riviste quella più adatta per pubblicare i loro articoli. E' possibile anche il confronto tra più riviste.

09 luglio 2019

Novità in PubMed Labs - Linking ai servizi della Biblioteca

Ancora novità per PubMed Labs è stato attivato il linking ai servizi della biblioteca (Library linkout). Questo significa che come accade con PubMed anche con PubMed labs possiamo vedere l'iconcina Airego dei servizi del nostro ateneo. Attenzione però dobbiamo collegarci dalla rete di ateneo o dal proxy e usare questo indirizzo:
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/labs/pubmed?otool=iitudplib 

12 giugno 2019

I Depositi di Dati e i Diritti di Riutilizzo - Articolo di interesse

Un interessante post di Melissa Haendel pubblicato nel blog NLM Musings from the Mezzanine analizza, a fronte del continuo aumento e varietà  di dati biomedici ad acceso aperto disponibili nell'ambito della ricerca, la problematica delle barriere socio-legali al diritto di riutilizzo negli U.S.A. e suggerisce una collaborazione della comunità scientifica a livello mondiale per migliorarle. Interessante un articolo della Haendel e dei suoi collaboratori apparso nella rivista PloS One che partendo dal progetto Reusable Data Project (RDP) analizza le caratteristiche delle licenze per alcuni repositori di dati e il loro impatto sulle possibilità di riutilizzo dei dati in essi contenuti.